• Dermatologo napoli
  • Dermatologia napoli
  • Cura della pelle
tumore cutaneo
ulcera

In questa sezione troverai una descrizione delle più frequenti patologie dermatologiche trattate dal Dott. Caputo.


Altre patologie, meno usuali, che non trovano spazio in queste pagine, mal si adattano a descrizioni di tipo sommario e/o divulgativo.
Sarà possibile ricevere informazioni a riguardo inviandoci una email e specificando nella stessa l'oggetto della richiesta.


Tutte le informazioni presenti in questa pagina si ritengono libere da diritti d'autore.

Chiunque si sentisse leso in tali diritti può segnalare le proprie perplessità ai nostri indirizzi.

Le informazioni presenti non hanno il carattere di visita e si  SCONSIGLIA FERMAMENTE ogni sorta di autodiagnosi, basata su condizioni o sintomi che il paziente riscontra.

Si ricorda di rivolgersi ai nostri numeri oppure inviare una email per qualsiasi tipo di informazione o per prenotare una visita.

TUMORI CUTANEI

I tumori cutanei sono i tumori più frequenti nella popolazione bianca, ma anche i piu facilmente diagnosticabili e curabili.
La prolungata fotoesposizione, le ustioni solari in eta infantile, le cicatrici da ustioni, le radiazioni ionizzanti, le ulcere distrofiche e la familiarità sono le cause predisponenti.
La facile esplorabilità della cute rende questi tumori facilmente individuabili dal paziente e i periodici controlli dal dermatologo ne consentono la diagnosi precoce e spesso una terapia risolutiva.
I principali tumori cutanei sono l' epitelioma basocellulare, l' epitelioma spinocellulare e il melanoma.
L' epitelioma basocellulare è il più frequente dei tumori cutanei ed anche il più frequente di tutti i tumori; ha una lenta crescita ed una tendenza alla diffusione locale, pertanto, solitamente, è di facile trattamento (chirurgia, diatermocoagulazione, laserterapia).
L' epitelioma spinocellulare origina spesso da lesioni precancerose benigne, le cheratosi solari, in rapporto a prolungate esposizioni ai raggi U.V. Si presenta generalmente come un nodulo ed ha, rispetto all' epitelioma basocellulare, maggiore tentenza invasiva con possibilita di metastasi linfonodali. La terapia (chirurgia, diatermocoagulazione, radioterapia) risulta tanto piu efficace quanto più è precoce.
Il più temibile dei tumori cutanei è il melanoma per l'elevata tendenza invasiva e la possibile diffusione delle metastasi per via ematica e linfatica.

ingrandisci >>

VERRUCHE

La verruca è una formazione cutanea indotta dal virus del papilloma umano (altrimenti noto con l'acronimo anglofono HPV che sta per Human Papilloma Virus) della famiglia Papovaviridae. Si tratta di formazioni benigne costituite da un nucleo di tessuto interno alimentato da vasi sanguigni e rivestito da vari strati di tessuto epiletale. Il virus penetra nell'epidermide e le infetta, determinandone un'eccessiva velocita di replicazione. Il contagio avviene per contatto superficiale (il virus quindi rimane confinato nella pelle e non e presente nel sangue) solitamente in luoghi molto frequentati come docce, palestre e piscine, dove il clima caldo e umido favorisce la sua sopravvivenza in forma attiva. Mancando queste condizioni ambientali il virus non sopravvive a lungo al di fuori degli strati cutanei.

La verruca può svilupparsi in qualunque zona del corpo ma spesso interessa solamente alcuni aree specifiche (come ad esempio le mani, i piedi, i gomiti e le ginocchia) che, essendo soggette a frequente traumatismo meccanico e contatto con l'ambiente esterno, è verosimile che presentino delle microlesioni in cui il virus puo annidarsi.

L'aspetto della verruca varia a seconda della sede corporea colpita e del ceppo virale che l'ha provocata; distinguiamo percio verruche comuni (o volgari), plantari, piane, filiformi etc.
Le verruche comuni hanno lo stesso colore della pelle. In genere si riconoscono dalla tipica superficie ruvida spesso crespata e di aspetto antiestetico.
Le verruche plantari compaiono solo sulla pianta del piede e normalmente interrompono il tracciato di linee e rilievi presenti sulla cute che costituiscono l'impronta del piede. Per questo motivo, e per il fatto che possono presentare all'interno dei puntini scuri, non è possibile confonderli con callosità plantari. Tali puntini non sono altro che microtrombi formatisi a seguito dello stiramento delle papille. Le verruche di questo genere tendono ad essere piu morbide, piatte, ricoperte da callosità e dolorose a causa della pressione esercitata durante la deambulazione.

ingrandisci >>

ULCERE

L' ulcera (dal latino ulcus) è una lesione della pelle o di un tessuto epiteliale, a lenta, difficoltosa o, addirittura, assente cicatrizzazione.

Tipologie di ulcera:

  • ulcera aftosa
  • ulcera da decubito
  • ulcera diabetica
  • ulcera fagedenica dei paesi caldi o ulcera dei tropici
  • ulcera micetoidea o ulcera del deserto o ulcera di Castellani
  • ulcera peptica
  • ulcera duodenale
  • ulcera gastrica
  • ulcera varicosa
  • ulcera venerea o ulcera molle
  • ulcera gengivale
  • ulcera serpiginosa
Apri la vetrina

VITILIGINE

La vitiligine è una malattia non contagiosa, caratterizzata dalla comparsa sulla cute o sulle mucose, di chiazze non pigmentate, ovvero di zone dove manca del tutto la fisiologica colorazione dovuta al pigmento, la melanina, contenuto nei melanociti. I melanociti resterebbero vitali, ma smetterebbero di produrre melanina.

Le chiazze sono generalmente diffuse su tutto il corpo spesso in modo simmetrico. Gli esordi della vitiligine interessano solitamente le zone del corpo intorno ad aperture (intorno a occhi, sfintere, genitali) e alle unghie (dita partendo dalle estremita), e piu in generale: viso, collo, mani, avambracci, inguine. Le macchie hanno colore decisamente bianco, con margini ben delineati e piuttosto scuri, ma la pelle delle zone colpite a parte la modificazione cromatica è assolutamente normale. Non potendosi proteggere mediante abbronzatura le zone bianche sono facilmente soggette a eritema solare e scottature, come la pelle di un neonato: se ne consiglia la protezione mediante copertura tessile (indumenti coprenti) e/o creme ad altissima protezione (fattore superiore a 40). E' completamente infondata la credenza che tale malattia sia contagiosa.

Ben piu complessi possono essere invece i risvolti psicologici di chi è affetto di vitiligine, per il senso di isolamento e depressione che a volte segue la comparsa delle macchie. Cio è tanto piu vero quanto la persona affetta da vitiligine si sente diversa dalle altre o addirittura rifiutata, osservata per il problema estetico che le macchie generano. La cosa ha piu probabilita di verificarsi nella misura in cui le macchie sono poste in parti del corpo molto visibili (volto, collo, mani) e la persona e di carnagione scura. Chi invece è gia di carnagione molto chiara riesce a evitare di evidenziare le macchie con la semplice accortezza di non esporsi al sole e non abbronzandosi dove ancora ha pigmento.

L'origine è sconosciuta (anche se si sospettano fattori autoimmuni e/o predisposizione genetica); ne sono noti fattori scatenanti o favorenti anche se è stata documentata un'incidenza maggiore tra componenti della stessa famiglia e fattori di stress che danno il via alla manifestazione primaria della vitiligine o alla sua recrudescenza dopo periodi, anche lunghi, di stasi. 

Apri la vetrina
CAPUTO DOTT. ALIGHIERO STUDIO MEDICO DERMATOLOGICO | 110, Via Michelangelo - 81031 Aversa (CE) - Italia | P.I. 01579840610 | Tel. +39 081 8901476   - Cell. +39 335 6786824 | info@dermacaputo.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy